Guasti e malfunzionamenti caldaia

Le caldaie sono sistemi molto complessi dove convivono parti diverse dell’impianto: elettrica, a gas e idraulica.

Proprio per questo spesso si verificano dei guasti che causano l’interruzione dei servizi della caldaia stessa, causando disagi all’utenza.

I problemi maggiori spesso si verificano nel periodo iniziale della stagione invernale, quando cioè si aziona nuovamente la caldaia ai fini del riscaldamento.

Molti problemi possono essere risolti effettuando ad intervalli prefissati una manutenzione ordinaria che riduce sensibilmente gli interventi straordinaria mantenendo sempre alta l’efficienza del sistema.

 

I principali guasti

I principali guasti che possono verificarsi in una caldaia possono essere i seguenti:

  • Valvola a tre vie (con conseguente mancato riscaldamento dell’acqua sanitaria)
  • Malfunzionamento vaso di espansione (che evita eventuali sbalzi di tensione che potrebbero danneggiare il sistema di riscaldamento)
  • Guasto scambiatore primario (dove l’acqua viene riscaldata)
  • Guasto scambiatore secondario (dove avviene uno scambio termico tra l’acqua riscaldata che fuoriesce dallo scambiatore primario e l’acqua fredda presente nelle tubature)
  • Danneggiamento del bruciatore (dove avviene la combustione, a causa della miscelazione del combustibile e del comburente)
  • Fuoriuscita di acqua da più punti (può dipendere dalle guarnizioni o dalla valvola di sicurezza)
  • Guasti di natura elettrica (ad esempio la scheda elettronica)
  • Problemi al termostato

Il blocco della caldaia

Sicuramente il problema principale che può verificarsi in una caldaia è il suo blocco: in questo caso il flussostato interrompe il funzionamento della caldaia. Nei modelli recenti è presente un display che visualizza il codice di errore (che bisogna poi andare a ricercare nel manuale della caldaia): in questo modo è possibile avere una prima idea sul possibile guasto. I guasti occasionali possono risolversi riavviando semplicemente la caldaia, altri effettuando semplici verifiche (presenza di alimentazione elettrica, presenza di gas, controllo della pressione che normalmente deve essere impostata a 1,5 bar). Quando il guasto persiste, invece, è necessario chiamare un tecnico professionista per evitare ulteriori danni.